Crea sito

A.C. SALO'

VALSABBIA

02 aprile 2006 - Campionato 2005/2006 - 30^ giornata

SALO' VALSABBIA 2

CERVIA 2

Arbitro: Simone Di Bianca di Aprilia (Roma).

Reti: 47' Quarenghi, 55' Franchi, 63' Russo, 86' Colombo.

 

SALO’: Cecchini, Visconti, Cazzoletti, Martinazzoli, Ferretti, Sella, Pedrocca, Scirè, Quarenghi, Franchi, Luciani. All. R. Bonvicini.

 

CERVIA: Santoro, Russo, Rocca, Lampugnani, Calanchi, Montella (46' Rodriguez), Burelli (59 Rafael), Bordignon, Colombo, Aruta (46' Rossi). All. F. Graziani.

 

ARBITRO: Simone Di Bianca di Aprilia (Roma).

RETI: 47' Quarenghi, 55' Franchi, 63' Russo, 86' Colombo.

NOTE: AMMONITI: Salzano, Russo (C), Martinazzoli, Visconti (S).

p.28 p.29

Altra occasione sprecata per agguantare il secondo posto. Così si può definire l'esito della sfida tra Salò e Cervia. Un vero e proprio spettacolo svoltosi nell'imponente cornice di oltre tremila persone. Il Salò gioca bene e mette sotto il Cervia di Mister Graziani sul piano del gioco, a sprazzi veramente da applausi con le giocate del trio delle meraviglie (Quarenghi, Franchi e Luciani), ben assistiti da Scirè e Pedrocca e da un ottimo Sella, senza mai soffrire gli sterili attacchi del "campioni", portandosi più che meritatamente in vantaggio con l'incontenibile Cristian Quarenghi messo da solo davanti a Santoro da un millimetrico lancio di Pedrocca. Ad inizio ripresa, dopo la grande paura per un palo colpito da Salzano nell'unica azione manovrata del Cervia in tutto l'incontro, i ragazzi di Mister Bonvicini raddoppiano con una azione da applausi che lancia Stefano Franchi da solo davanti al portiere avversario per il raddoppio. Poi purtroppo, complici un lieve calo e due indecisioni di Cecchini, il Cervia prima accorcia le distanze con un colpo di testa di Russo e, nel finale, pareggia con una punizione da oltre venti metri di Colombo, molto angolata ma apparsa non irresistibile. Da segnalare l'arbitraggio sostanzialmente non troppo a favore del Cervia, a parte la solita decina di decisioni (falli e rimesse laterali invertite e corner non assegnati) che tutto sommato non hanno influito più di tanto. Grande e coraggiosa lezione di civiltà di Mister Ciccio Graziani che nell'intervallo caccia letteralmente Sossio Aruta e lo sostituisce a causa del suo comportamento antisportivo. Certi individui fanno proprio male al calcio.

Fonte: www.datasport.it

Il Salò, avanti di due reti, si vede raggiungere nel finale, gettando al vento una vittoria che, a metà della ripresa, sembrava già conquistata. I padroni di casa, forti del sostegno del numerosissimo pubblico giunto al “Lino Turina”, partono a mille, impegnando tre volte Santoro nel quarto d’ora iniziale. Gli ospiti provano a rispondere ma Aruta prima, Colombo poi, falliscono malamente. I bresciani crescono, prendendo in mano le redini del gioco e, in seguito ad un gol giustamente annullato per fuorigioco di Franchi, trovano il gol con il solito Quarenghi, che si fa largo fra la non irresistibile difesa in maglia rossa. La prima frazione di gara termina con il vantaggio bresciano. Nella ripresa Graziani prova a mischiare le carte e il Cervia si rende pericoloso con il neo-entrato Salzano, Cecchini bravo a sventare. Al 55’ è ancora la premiata ditta Quarenghi-Franchi che, grazie a quest’ultimo, porta il risultato sul 2-0. I “campioni” non demordono e riescono ad accorciare 5’ più tardi grazie ad un’incornata di Russo, inspiegabilmente solo in area di rigore. Il Cervia ci crede, pressa con insistenza e, all’86’ deve ringraziare lo specialista Colombo che, su punizione, pareggia definitivamente i conti. Entrambe le squadre, appaiate, sono ancora in corsa per il play-off.