Crea sito

A.C. SALO'

VALSABBIA

12 febbraio 2006 - Campionato 2005/2006 - 23^ giornata

SALO' VALSABBIA 0

RODENGO SAIANO 1

Arbitro: Massimo Ardenti di Savona.

Reti: 10' Garrone.

 

SALO’: Cecchini, Martinazzoli (50’ Cittadini) (78’ Morassutti), Savoia, Sella, Ferretti, Caini, Quarenghi, Pedrocca, Rossi, Franchi, Nizzetto. All. R. Bonvicini.

 

RODENGO SAIANO: Desperati, Poetini (54’ Conforti), Pini, Vismara, Tolotti, Guinko, Martinelli, Gamba, Garrone (78’ Cantoni), Bonomi, Rosset (58’ Garegnani). All. Franzoni.

 

ARBITRO: Massimo Ardenti di Savona.

RETI: 10' Garrone.

NOTE: Ammoniti Sella (S) e Tolotti (R). Al 53' espulso Rossi (S).

La rete di Garrone al 10'

In caduta libera. Quarta sconfitta consecutiva ed ora per il Salò, sestultimo in classifica, sono guai. Il Rodengo gioca un buon quarto d'ora, si porta in vantaggio con Garrone nell'unico ormai consueto tiro in porta e poi abbassa la saracinesca e si difende a pieno organico, nel secondo tempo purtroppo anche in maniera antisportiva e chiude ogni varco al Salò che pure, nella seconda metà del primo tempo riesce a creare alcune occasioni pericolose con due parate decisive di Desperati. Ad inizio secondo tempo Rossi si fa cacciare e, seppur in dieci uomini il Salò spinge fino alla fine ma non riesce a raddrizzare la partita. Continua la stagione sfortunata.

Fonte: www.datasport.it

Il Rodengo Saiano inguaia il Salò. Di questi tempi l’anno passato, in qualità di matricola, il Salò era in piena corsa per la promozione in serie C2... Quest'oggi la formazione del bresciano, classifica alla mano, deve stare attenta a non essere invischiata nella zona play-out. Non bisogna però drammatizzare più del dovuto, dal momento che la classifica è cortissima: undici squadre in sette punti. Quello che manca alla formazione di Bonvicini è, rispetto all’anno passato, il buon gioco ma, soprattutto, un pizzico di fortuna in più. Ancora una sconfitta per il Salò: i fasti della passata stagione sembrano lontani ricordi, la formazione del bresciano ora deve stare attenta a non essere invischiata nella lotta per la retrocessione. Nonostante l’assenza per squalifica del bomber Hubner, gli ospiti partono subito forte, lanciando forti segnali alla retroguardia locale. Il Salò fatica a imporre il proprio gioco e, al 10’ subisce il gol di Garrone che, con un potente rasoterra all’interno dei 16 metri, porta in vantaggio i giallo-blu.
Nonostante la rete subita i bianco-azzurri stentano a prendere in mano le redini del gioco e il Rodengo, una volta trovato il gol del vantaggio, si limita al possesso palla. Nel finale di tempo da segnalare le uniche due conclusioni in porta del Salò, per quel che riguarda i primi 45’ di gioco. Gli uomini di Bonvicini si ripresentano in campo decisi a riacciuffare il pareggio, ma devono fare i conti con una difesa avversaria, quest'oggi, pressochè imperforabile. Bisogna aspettare il finale di gara per vedere prima Pedrocca, quindi Quarenghi spaventare un Desperati impeccabile. Con qualche patema d’animo, il Rodengo espugna il due pini e sogna i play-off.