Crea sito

A.C. SALO'

VALSABBIA

24 settembre 2006 - Campionato 2006/2007 - 2^ giornata

RODENGO SAIANO 1

SALO' VALSABBIA 0

Arbitro: Matteo Pellegrini di Arco (TN).

Reti: 74' Garrone (rig.).

 

RODENGO SAIANO: Perdersoli, Burlotti (78' Pelati), Dotti, Bertoni, Conforti, Preti, Gamba, Martinelli, Margherita (70' Sinato), Marrazzo, Garrone (78' Inverardi). All.: Franzoni.

 

SALO': Menegon, Remedio, Savoia, Caurla, Ferretti, Sella, Salafrica (75' De Paola), Pedrocca, Quarenghi, Buscio (64' Cazzoletti), Falco. All.: Bonvicini.

 

ARBITRO: Matteo Pellegrini di Arco (TN).

 

RETI: 74' Garrone (rig.).

 

NOTE: Ammoniti Caurla, Sella, Remedio, Falco (S) e Dotti (R). Espulsi per doppia ammonizione all'86' Dotti (R) e al 90' Remedio (S).

Un rigore pazzesco, concesso con estrema superficialità per un timido abbraccio in area, di quelli che se ne vedono a decine ogni partita, anche nell'area del Rodengo, ed avvenuto addirittura ben prima del fischio dell'arbitro. Questa è l'unica azione pericolosa del Rodengo Saiano in 90 minuti ed è purtroppo quella che condanna il Salò alla sconfitta. Non che i ragazzi di mister Bonvicini abbiano mostrato cose migliori, ma erano comunque riusciti a chiudere ogni varco al Rodengo, presentato come schiacciasassi ed invece rivelatosi davvero incapace di creare pericoli. L'incontro si gioca prevalentemente a centrocampo, con il Salò che si fa preferire nella seconda parte del primo tempo quando riesce a creare un paio di occasioni pericolose ma null'altro. Idem la ripresa con il Rodengo che cerca di alzare il ritmo ma non riesce mai a superare la tre quarti. Altra beffa nel finale quando Sella lancia Remedio solo verso la porta avversaria ma l'azione viene fermata per un fuori gioco quantomeno molto dubbio che provoca le proteste e la seconda ammonizione del laterale salodiano che viene espulso. Altra grande prova di Andrea Savoia che annulla completamente il temutissimo Martinelli. Il Rodengo resta un tabù.

Fonte: www.datasport.it

Il big match di giornata vede trionfatore i padroni di casa del Rodengo Saiano, formazione costruita con il chiaro intento della promozione diretta. Il Salò, che non ci sta a passare per la vittima predestinata, mostra subito gli artigli, imponendo alla partita un ritmo vertiginoso. I locali, inizialmente in difficoltà prendono coraggio, sostenuti dai 550 accorsi al Comunale. Il ritmo non decolla, la partita è senza dubbio più fisica che tecnica e nei primi 45’ di gioco i due portieri risultano totalmente disimpegnati. Nel secondo tempo il match s’incattivisce, la stanchezza affiora e sul libretto del direttore di gara trovano posto Caurla, Sella, Dotti, Remedio e Conforti. Al 74’ la svolta: il direttore di gara punisce con un rigore un intervento scomposto di un difensore in casacca bianco-azzurra. Dal dischetto lo specialista Garrone non fallisce e porta in vantaggio i locali. Il Salò prova a ristabilire la parità ma perde in lucidità e non riesce a portare convincenti azioni offensive. Finirà 1-0, con entrambe le formazioni che concludono in dieci per le espulsioni di Dotti e Remedio. Il Rodengo vola in testa.